Portale Trasparenza Comune di Carrara - SUAP - Rilascio autorizzazione ai servizi educativi LRT 32/2002

Il portale della Trasparenza conforme al D.Lgs. 33/2013 - "Amministrazione Trasparente"

Tipologie di procedimento

SUAP - Rilascio autorizzazione ai servizi educativi LRT 32/2002

Responsabile di procedimento: Parisi Michela
Responsabile di provvedimento: Bologna Roberto, Bengasi Fiorini Michele
Responsabile sostitutivo: Petrucciani Angelo

Uffici responsabili

Urbanistica e S.U.A.P.

Descrizione

DESCRIZIONE
I servizi integrativi per la prima infanzia sono:

1) spazio gioco: è un servizio educativo dove i bambini sono accolti al mattino o al pomeriggio. L’accoglienza è articolata in modo da consentire una frequenza diversificata in rapporto alle esigenze dell’utenza. La ricettività minima e massima dello spazio gioco è fissata rispettivamente in sei e cinquanta posti.
Possono accedere allo spazio gioco bambini che hanno compiuto diciotto mesi di età e che non hanno compiuto tre anni di età entro il 31 dicembre dell’anno educativo di iscrizione.
Il servizio educativo può prevedere modalità di iscrizione e frequenza diversificate, antimeridiane o pomeridiane, per periodi di tempo mai superiori alle cinque ore.
Nello spazio gioco non viene erogato il pranzo e non è previsto il riposo pomeridiano.

2) centro per bambini e famiglie: è un servizio nel quale si accolgono i bambini da zero a tre anni insieme ai loro genitori o ad altra persona adulta autorizzata dai genitori.
I genitori o gli altri adulti che accompagnano i bambini nella frequenza del centro dei bambini e delle famiglie partecipano attivamente all’organizzazione e gestione di alcune attività, sulla base del progetto educativo. La ricettività minima e massima del centro per bambini e famiglie è fissata rispettivamente in sei e quaranta posti.
Nel centro per bambini e famiglie non viene erogato il pranzo e non è previsto il riposo pomeridiano.

3) servizio educativo in contesto domiciliare: Il servizio educativo in contesto domiciliare è un servizio educativo per piccoli gruppi di bambini, realizzato con personale educativo presso un’abitazione.
Il servizio educativo in contesto domiciliare può accogliere fino a sei bambini contemporaneamente e può essere attivato con almeno tre iscritti.
Possono accedere al servizio educativo i bambini che abbiano compiuto i tre mesi di età e che non abbiano compiuto i tre anni di età entro il 31 dicembre dell’anno educativo di iscrizione.
La preparazione di pasti all’interno è obbligatori a per i bambini fino a dodici mesi di età. Il calendario annuale di funzionamento del servizio educativo in contesto domiciliare prevede l’apertura per almeno otto mesi, con attività svolta almeno dal lunedì al venerdì.
L’orario quotidiano di funzionamento è compreso fra un minimo di quattro e un massimo di undici ore.
Il servizio educativo può prevedere modalità di iscrizione e frequenza diversificate. In caso di frequenza superiore alle cinque ore è prevista la fruizione del pranzo e il riposo.

DOMANDA
Il soggetto titolare di un servizio educativo presenta domanda di autorizzazione allo sportello unico per le attività produttive (SUAP).
La richiesta di autorizzazione al funzionamento contiene l’attestazione del possesso dei requisiti previsti dal vigente regolamento regionale, nonché dai regolamenti comunali, con particolare riferimento a:

  1. standard dimensionali e caratteristiche della struttura ;

  2. ricettività della struttura e rapporti numerici fra operatori e bambini;

  3. titoli di studio e requisiti di onorabilità degli educatori e del per sonale ausiliario assegnato al servizio e corretta applicazione agli stessi della relativa normativa contrattuale;

  4. rispetto della vigente normativa urbanistica, edilizia, antisismica, di tutela della salute e della sicurezza e della sicurezza alimentare ;

  5. progetto pedagogico e progetto educativo.

Ogni variazione delle condizioni dichiarate nella richiesta di autorizzazione è tempestivamente comunicata al SUAP al fine di una sua valutazione.
L’autorizzazione al funzionamento ha durata per i tre anni educativi successivi a quello durante il quale viene rilasciata ed è sottoposta a rinnovo negli stessi termini.
La domanda per il rinnovo dell’autorizzazione, da inoltrare entro il termine del mese di febbraio dell’ultimo anno educativo coperto dalla precedente autorizzazione, contiene la dichiarazione della permanenza delle condizioni già dichiarate nella precedente richiesta di autorizzazione o di rinnovo della stessa, ovvero, in caso di variazioni, la loro specifica descrizione.

Avverso il provvedimento finale è ammesso ricorso giurisdizionale al TAR Toscana entro il termine di 60 giorni dalla notifica, ovvero ricorso straordinario al Presidente della Repubblica entro il termine di 120 giorni dalla notifica medesima.

 

Modalità per attivare il potere sostitutivo: richiesta scritta indirizzata al soggetto titolare del potere sostitutivo da presentare al protocollo generale

 

icona Relazione Customer Satisfaction

Chi contattare

Personale da contattare: Parisi Michela

Termine di conclusione

Conclusione tramite silenzio assenso: si
Conclusione tramite dichiarazione dell'interessato: no
60 giorni dal deposito pratica completo, salvo interruzioni e/o sospensioni dei termini procedimentali

Costi per l'utenza

ONERI DOVUTI:
N. 1 marca da bollo da € 16,00 da apporre sulla domanda;
Diritti di segreteria pari ad € 60,00;
Da quantificarsi in fase di rilascio del provvedimento finale:
marche da bollo da apporre sull’autorizzazione;
spese e dei diritti istruttori a fronte del rilascio di pareri e/o atti da parte degli enti terzi e/o settori comunali titolari degli endoprocedimenti.
Il pagamento dei diritti di segreteria, da effettuarsi prima del deposito dell’istanza, può essere effettuato:
- tramite versamento diretto presso l’Ufficio Economato, sito nel palazzo comunale ed aperto al pubblico nei giorni di lunedì, mercoledì e venerdì dalle ore 8.30 alle ore 12.30 e martedì dalle ore 15.00 alle ore 17.00;
- tramite versamento allo sportello di Tesoreria Comunale presso Banca Carige Spa - Filiale di Carrara, anche tramite bonifico bancario, cod. IBAN: IT22P0617524510000021128090 indicando nella causale di pagamento “Diritti di segreteria - SUAP”;
- tramite versamento su CCP n. 118547 intestato a “Comune di Carrara – Servizio Tesoreria” indicando nella causale di pagamento “Diritti di segreteria - SUAP”.

NORMATIVA DI RIFERIMENTO
Regolamento Comunale per l’autorizzazione e l’accreditamento dei servizi educativi pubblici e privati per la prima infanzia e delle “sezioni primavera”.

Riferimenti normativi

Servizio online

Contenuto inserito il 25-11-2013 aggiornato al 16-10-2019
Facebook Twitter Google Plus Linkedin
- Inizio della pagina -
Recapiti e contatti
Piazza 2 Giugno, 1 - 54033 Carrara (MS)
PEC comune.carrara@postecert.it
Centralino 0585 6411
P. IVA 00079450458
Linee guida di design per i servizi web della PA

© Comune di Carrara - piazza 2 Giugno, 1, 54033 Carrara - Tel. 0585 6411 - Fax 0585 641381 - C.F. e P.iva 00079450458

Il progetto Portale della trasparenza sviluppato da ISWEB S.p.A. www.isweb.it